Get Adobe Flash player
Home FISIOTERAPIA Riabilitazione dopo PTG

Riabilitazione dopo PTG

PROGRAMMA RIABILITATIVO DOPO INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO

Introduzione: abbiamo scritto questo opuscolo con lo scopo di suggerirVi qualche utile consiglio sul programma riabilitativo che dovrete seguire nel post-chirurgico.

 

 

L’intervento: l’artroprotesi di ginocchio ha come scopo quello di sostituire la cartilagine gravemente degenerata dei capi articolari (femore, tibia e talora rotula).

 

 

 

 

 

 

 

Obiettivi della ginnastica riabilitativa:

  • Controllare la sintomatologia dolorosa
  • Recuperare una buona mobilità articolare
  • Mantenere un buon tono-trofismo muscolare

 

 

Immediato post-operatorio:

  • Posizionamento del KINETEC al letto del paziente (ROM 0-50°)
  • Ghiaccio locale
  • Terapia antalgica secondo prescrizione medica: terapia ATE (antitromboembolica) per 45 giorni dopo l’intervento chirurgico.
  • Passaggi posturali, utilizzo delle stampelle, addestramento alle ADL (attività della vita quotidiana).

 

 

 

 

CORRETTO UTILIZZO DELLE STAMPELLE DURANTE LA DEAMBULAZIONE, LA SALITA E LA DISCESA DELLE SCALE

COME ESEGUIRE LA DEAMBULAZIONE


Per utilizzare correttamente le due stampelle portarle avanti insieme, appoggiare il piede dell’arto operato in mezzo ad esse e, successivamente, superarle con il piede dell’arto sano.

 

 

 

COME FARE LE SCALE


Per salire le scale: appoggiare per primo l’arto sano, le stampelle, poi l’arto operato. Procedere con questo ordine per i successivi gradini.

 

 

Per scendere le scale: appoggiare per primo le stampelle, l’arto operato, poi l’arto sano. Procedere con questo ordine per i successivi gradini.

 

 

ESERCIZI CONSIGLIATI NELLE PRIME DUE SETTIMANE POST-OPERATORIE

 

 

Contrazione isometrica semplice

 

Distesi sul letto a pancia in su: arto sano piegato, arto operato disteso.

Contrarre coscia e ginocchio dell’arto operato contro il materasso per 10 secondi (si deve avvertire la sensazione della zona posteriore del ginocchio premuta contro il piano d’appoggio). Riposare per 12 sec. quindi ripetere l’esercizio per 10 volte.

 

 

 

 

 

 

Contrazione isometrica composta


Distesi a pancia in su: arto sano piegato, arto operato disteso.

Contrazione isometrica semplice dell’arto operato, quindi sollevarlo, mantenendolo esteso, all’altezza del ginocchio dell’arto sano. Mantenere la contrazione per 5 sec, riposare per 12 sec, quindi ripetere l’esercizio per 10 volte.

 

 

 

 

Contrazione isometrica composta – variante


Distesi a pancia in su: arto sano piegato, arto operato disteso.

Apporre una palla di spugna o un cuscino ripiegato sotto il ginocchio, che si troverà in leggera flessione. Premere col ginocchio sulla palla o sul cuscino estendendo la gamba staccando il tallone dal letto. Mantenere la contrazione per 10 sec, riposare per 12 sec, quindi ripetere l’esercizio per 10 volte.

 

 

Contrazione isometrica da seduti


Seduti sul bordo di un letto alto o di un tavolo, ginocchia piegate a 90°.

Estendere l’arto operato (senza sollevare la coscia piano d’appoggio e senza andare indietro col busto) per 10 sec, riposare per 12 sec, quindi ripetere l’esercizio per 10 volte.

 

 

DALLA TERZA SETTIMANA CONTINUARE CON ESERCIZI SEMPRE PIU’ INTENSI E MIRATI PER IL RECUPERO ARTICOLARE E DELLA FORZA MUSCOLARE DELLA COSCIA

 22 visitatori online