Dr. FABIO BERTAIOLA per info e prenotazioni: Tel. 0381.83434
Per visite urgenti: Tel. 334.3023362 (orario: 9.00-19.00)

E’ una malattia causata dalla compressione dei tendini al loro passaggio al di sotto delle rispettive docce fibrose di scorrimento.

 

I tendini della mano decorrono all’interno di guaine sinoviali che talora si ispessiscono e ostacolano il movimento del tendine che riesce ad oltrepassare l’ostacolo solo dopo un caratteristico scatto ben osservabile clinicamente.

 

Nelle fasi iniziali della malattia il paziente trova difficoltà nel flettere il dito in questione, accusando dolore. In seguito questo movimento diventa sempre più doloroso e talora il paziente riesce a flettere attivamente il dito ma non ad estenderlo.

L’estensione del dito è possibile solo aiutandosi con l’altra mano  e in questo movimento risulta ben percepibile il caratteristico scatto dovuto al superamento della strozzatura da parte del tendine.

Alla palpazione è talora apprezzabile sul palmo della mano, in corrispondenza dell’articolazione metacarpo-falangea, un piccolo rigonfiamento dovuto all’ispessimento della guaina e del tendine medesimo. La palpazione di tale area risulta molto dolorosa.

 

Talora nei casi non avanzati tale patologia trova beneficio con un’infiltrazione di preparati cortisonici o di acido ialuronico; tale beneficio non è di solito permanente, ma la remissione della sintomatologia può talora essere duratura.

Nei casi avanzati si deve procedere all’intervento chirurgico che consiste nella sezione della guaina ispessita e talora nella sua parziale asportazione.

 

L’intervento è sempre eseguito in anestesia locale e  avviene in day-hospital.

L’incisione solitamente è di circa 1 cm.

Dopo l’intervento chirurgico la mano andrà posta in un reggibraccio per 1 giorno, andrà posizionato ghiaccio localmente e assunti farmaci antiinfiammatori per 2-3 giorni.

Successivamente cominceranno graduali esercizi fisiochinesiterapici di flesso-estensione delle dita.

Dopo 1 settimana può essere ripresa un’attività lavorativa leggera; dopo 7 giorni verranno rimossi i punti di sutura e dopo circa 1 mese verrà eseguita visita di controllo finale.