Dr. FABIO BERTAIOLA per info e prenotazioni: Tel. 0381.83434
Per visite urgenti: Tel. 334.3023362 (orario: 9.00-19.00)

La Medicina Rigenerativa è una branca relativamente nuova che studia la riparazione, rigenerazione o sostituzione di cellule, tessuti o organi per ripristinare funzionalità fisiologiche compromesse da cause quali difetti congeniti, malattie, traumi o invecchiamento.

Per capire questi concetti bisogna capire il concetto di “differenziazione cellulare” ossia il fatto che una cellula quanto più acquisisce caratteristiche specifiche, che la rendono “ideale” per una certa funzione, tanto più perde la potenzialità rigenerativa.

E’ così che le cellule “totipotenti” (cellule che possono trasformarsi in qualsiasi cosa) differenziandosi e trasformandosi in tessuti specifici perdono parte della loro capacità di essere tutto, divenendo cellule multipotenti.

Il nostro organismo conserva una certa quantità di cellule che in caso di necessità possono essere riattivate e riacquisire la totale potenzialità.

La Medicina Rigenerativa studia la possibilità di indurre questa trasformazione per ottenere cellule totipotenti potenzialmente in grado, inducendo una rigenerazione tissutale, di portare ad una riabitazione  cellulare  e quindi a guarigione.

Dobbiamo ricordare che queste tecniche rappresentano uno strumento terapeutico soprattutto nelle tendinopatie e nell’artrosi del ginocchio e dell’anca ove non esista una chiara indicazione chirurgica.  Sono dunque da inquadrare come uno strumento di aiuto che ha la finalità di aumentare il potenziale rigenerativo del tessuto trattato e/o operato nel caso in cui tale tessuto possieda ancora capacità ricettiva.

PRP (Plasma Ricco di Piastrine)

Si ottiene attraverso centrifugazione di sangue ottenuto da un prelievo venoso.

Da questo processo si ottiene un concentrato di piastrine ricco di fattori di crescita e utile a stimolare la rigenerazione dei tessuti danneggiati.

Il concentrato piastrinico può essere liquido o denso a seconda delle esigenze terapeutiche.

Può essere impiegato per favorire una riparazione tendinea, attivare e stimolare una guarigione cutanea o per indurre una consolidazione ossea.

Nell’uso intraarticolare ha proprietà soprattutto antiinfiammatorie non avendo sicura potenzialità rigenerativa.

Trova particolare indicazione nella tendinopatia achillea, rotulea e nell’ epicondilite.

Tale procedura è poco invasiva e può essere ripetuta più volte senza alcuna controindicazione.

Essendo materiale autologo non produce intolleranza e/o rigetto.

Si esegue in regime ambulatoriale senza necessità di ricovero.

Bisogna ricordare che si tratta di un trattamento di sangue e che in Italia tale trattamento è rigidamente controllato e può essere eseguito solo in Centri Convenzionati con il Centro Trasfusionale di Competenza.

 

LIPOGEMS® (Frazione stromale del tessuto adiposo)

E’ una tecnica recente che utilizza alcune cellule presenti nel tessuto adiposo e che hanno elevata potenzialità’ rigenerativa.

Dopo aver praticato una anestesia locale, il tessuto adiposo viene prelevato con una liposuzione  mediante 2 piccole incisioni cutanee di 5 mm a  livello periombelicale.

Il tessuto adiposo viene introdotto all’interno di un Kit dedicato e in ambiente chiuso si esegue una tecnica di “processazione” con immersione in soluzione fisiologica.

Queste cellule totipotenti presenti, mantenute all’interno della loro matrice, vengono progressivamente separate dai residui oleosi e ridotte di dimensioni così da poter essere iniettate attraverso comuni aghi all’interno dell’articolazione da trattare.

Attraverso questo processo di “lavaggio” e quindi di separazione da residui oleosi il prodotto finale LIPOGEMS® risulta purificato da elementi proinfiammatori.

Il concentrato ottenuto può essere iniettato (ginocchio, anca, spalla) direttamente o dopo procedura artroscopica associata.