Get Adobe Flash player
Home NEWS Viscosuppl.ne con ac. ialuronico

Viscosupplementazione con ac. ialuronico

 

 

L’artrosi è una delle più comuni malattie degenerative e rappresenta una causa di grave disabilità per i pazienti che ne sono colpiti.

Tale patologia colpisce tutti i distretti articolari specie quelle articolazioni sottoposte al carico.

Attualmente la terapia per l’artrosi prevede l’uso di farmaci anti-infiammatori, fisioterapia, riduzione del peso corporeo e infiltrazioni di acido ialuronico.

L’acido ialuronico è una molecola che gioca un ruolo importante nell’ articolazione; è sintetizzata dalle cellule sinoviali ed è responsabile delle proprietà viscosoelastiche del liquido sinoviale stesso.

E’ uno dei principali componenti della matrice extracellulare.

E’ costituito da unità alternate di acido glucuronico e di acetilglucosamina che si ripetono in una lunga catena lineare flessibile di alto peso molecolare (500-8.000 kdalton).

 

 

Proteoglicani + ac

 

 

La scoperta dell’acido ialuronico la si deve a Karl Meyer e ad un suo assistente, John Palmer, che nel 1934 lo isolarono dal corpo vitreo dell’occhio di un bovino.

L’acido ialuronico contribuisce ai meccanismi di lubrificazione nelle condizioni di carico e cerca di proteggere il tessuto dalla penetrazione di cellule infiammatorie o dagli enzimi litici.

Nelle articolazioni affette da grave artrosi il liquido infiammatorio è povero sia di elasticità che di viscosità e quindi lo scopo dell’iniezione intraarticolare di acido ialuronico chiamata viscosupplementazione è quello di ripristinare le proprietà viscosoelastiche del liquido sinoviale.

Ricerche hanno dimostrato che l’acido ialuronico stimola l’attività anabolica (tramite i recettori CD44 presenti sulla superficie del condrocito) con produzione di nuova cartilagine e che si oppone a meccanismi potenzialmente dannosi (chemiotassi di alcune cellule dell’infiammazione, sintesi della prostaglandina PGE2, radicali liberi).

L’azione sull’uomo è risultata antiflogistica e analgesica, tanto migliore quanto più la situazione patologica è agli esordi.

Le linee guida dell’American College of Rheumatologists suggeriscono che l’uso della terapia intra-articolare con acido ialuronico è indicato nei pazienti che non hanno risposto a trattamenti fisioterapici e/o farmacologici.

 

 

VISCOSUPPLEMENTAZIONE NELL’ARTROSI DI GINOCCHIO

 

La viscosupplementazione delle articolazioni come il ginocchio e la spalla è un’ efficace terapia che l’ortopedico esegue fin dagli anni ’80.

Il medico durante la visita verifica che nell’articolazione non vi sia la presenza di liquido sinoviale in eccesso; se presente lo rimuove e quindi esegue l’infiltrazione di acido ialuronico.

Esistono diverse possibilità terapeutiche a seconda del peso molecolare della sostanza; se è basso (500-800 kdalton), un’infiltrazione settimanale di 20 mg di sale sodico di acido ialuronico per 5 settimane ha un’efficacia di 6-12 mesi; se è più alto (3000-6000 kdalton) di solito si usano 3 somministrazioni settimanali.

Il paziente è bene che stia a riposo per le successive 12-24 ore ed è consigliabile l’applicazione di ghiaccio sull’articolazione.

E’ importante sospendere attività fisiche impegnative durante il ciclo di infiltrazioni.

 

Infiltrazione ginocchio

 

Tecnica infiltrativa al ginocchio

Alcuni pazienti notano un miglioramento dei sintomi già pochi giorni dopo la prima infiltrazione ma il risultato consolidato si ottiene dopo circa 2-3 settimane dal termine del ciclo.

Gli effetti collaterali sono rari e si limitano a un transitorio aumento della sintomatologia dolorosa.

Il trattamento con acido ialuronico non interagisce con altri farmaci e non da manifestazioni allergiche.

La viscosupplementazione non è da intendere come una cura dell’artrosi in senso stretto, ma i pazienti possono continuare ad avvertire il beneficio anche 6-9 mesi dopo il termine del trattamento.

E’ raccomandabile ripetere il trattamento almeno ogni 12 mesi.

Il paziente deve essere informato che alcune volte dopo il trattamento infiltrativo ci può essere una riacutizzazione dei sintomi e talora anche gonfiore. Il paziente non deve allarmarsi poiché tali sintomi sono transitori e non compromettono il trattamento infiltrativo.

 

  

VISCOSUPPLEMENTAZIONE NELL’ARTROSI DELL’ANCA

 

L’artrosi dell’anca è una malattia caratterizzata dal deterioramento della cartilagine e delle strutture articolari che si riflette, clinicamente, nel graduale sviluppo di dolore e nella riduzione della funzionalità.

La localizzazione dell’artrosi a livello dell’anca segue quella del ginocchio, anche se abbiamo meno dati in letteratura sulla validità della viscosupplementazione a tale livello.

La gestione dell’artrosi all’anca è simile a quella del ginocchio sebbene l’uso di terapie intraarticolari sia più difficile, principalmente a causa delle caratteristiche anatomiche dell’articolazione e della prossimità di strutture anatomiche importanti quali l’arteria, vena e nervo femorale.

Inoltre la percentuale di fallimento quando l’infiltrazione è effettuata senza ausilio ecografico è significativa.

      

 

Ecografo    Ecografia d'anca

 

E’ stata quindi standardizzata una tecnica di infiltrazione di acido ialuronico nell’anca sotto guida ecografica che permette di infiltrare esattamente nell’articolazione il prodotto evitando rischi di emorragia e/o spandimento del prodotto in sede extraarticolare.

 

Infiltrazione anca 

Tecnica infiltrativa all’anca

 

Lo scopo della viscosupplementazione è ovviamente quello di sfruttare le proprietà dell’acido ialuronico alleviando la sintomatologia dolorosa e ritardando il processo di degenerazione artrosica, allontanando quindi il momento dell’intervento chirurgico di protesi d’anca.

I dati emersi da differenti studi suggeriscono che la viscosupplementazione sia efficace nel controllo della coxoartrosi, tuttavia ulteriori studi sono necessari per determinare la durata del beneficio ottenuto e per individuare il numero ottimale di iniezioni che ad oggi sembra essere di 2 all’anno.

 

 Ago da spinale nell'anca      Infiltrazione all'anca 

 

 20 visitatori online